Stadi del tumore alla prostata iiblo

Stadi del tumore alla prostata iiblo La stadiazione è un modo convenzionale per indicare la localizzazione e le dimensioni del tumore, more info per stabilire se la malattia si è diffusa ad altre strutture anatomiche, ossia se sono presenti stadi del tumore alla prostata iiblo. Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC. I servizi messi a disposizione da AIMaC per i malati di cancro sono completamente gratuiti, ma molto onerosi per l'Associazione.

Stadi del tumore alla prostata iiblo Il tumore della prostata viene classificato in base al grado, che indica l'​aggressività della malattia, e allo stadio, che indica invece lo stato della. Tumore alla prostata: sintomi, cause e fattori di rischio. Lesioni precancerose, tumori benigni e maligni, metastasi. Possibili complicanze del tumore alla prostata. della malattia);; Statistiche di sopravvivenza per il particolare tipo e stadio di. La gravità del tumore alla prostata è determinata da tre parametri: l'aggressività della malattia (grado), il volume del tumore (stadio) e valore del PSA. prostatite Il tumore alla prostata cresce in genere lentamente, senza diffondersi al di fuori della ghiandola. Esistono tuttavia anche forme più stadi del tumore alla prostata iiblo, nelle quali le cellule malate invadono rapidamente i tessuti circostanti e si diffondono anche ad altri organi. Le cause di questa neoplasia non sono ancora del tutto chiare: alla base vi è una mutazione nel DNA delle cellule che causa una proliferazione anomala delle stesse, il cui accumulo forma il tumore. Tenere sotto controllo il peso e limitare il consumo di grassi, soprattutto di quelli saturi carni grasse di origine animale e formaggi costituisce la sola forma di prevenzione di questo tumore. Gli esami di screening fanno spesso parte di una visita medica di routine, soprattutto negli uomini dopo i 40 anni di età. Gli esami comprendono:. Le biopsie vengono sottoposte ad esame istologico al microscopio. Possono quindi stadi del tumore alla prostata iiblo necessari altri esami ematici o radiologici. Lo stadio e il grado clinico del tumore, seppur meno precisi di quelli patologico, sono legati alla prognosi della malattia ed è quindi uno dei fattori più importanti nella scelta del trattamento del tumore alla prostata. L'assenza M0 o presenza M1 di metastasi categoria M nelle ossa o in altri organi viscerali. All'esame istologico della biopsia, o del pezzo operatorio, si valutano le differenze tra la struttura delle ghiandole tumorali e quella delle ghiandole normali e si assegna un grado, tra 1 e 5 a seconda della bassa grado 1 o alta grado 5 differenza osservata. Più alta è la differenza tra le cellule più il tumore è aggressivo. Il Gleason Score GS si basa sulla somma dei gradi assegnati alle due strutture tumorali più rappresentate nei prelievi: i tumori con GS 6 sono considerati di basso grado e poco aggressivi, quelli con somma di 7 di grado intermedio, mentre quelli con GS tra 8 e 10 di alto grado e quindi potenzialmente aggressivi. A seconda dei valori dei parametri TNM, Gleason Score e PSA alla diagnosi, il tumore della prostata viene classificato in cinque classi di rischio molto basso, basso, intermedio, alto e molto alto e in malattia metastatica. In base alla classe di rischio della neoplasia saranno indicate o meno le varie terapie per il cancro della prostata 3. Campagna informativa realizzata da GlaxoSmithKline S. impotenza. Prevenire la prostata nei bambini lyrics prostata di volume 55 cc che intervento sì può fare online. coito interrotto infiammazione prostata. pancia gonfia e dolore al basso ventre. Tirato calore allinguine o ghiaccio. Un erezione di 2- 3 ore come together. Difetti di rna che causano il cancro alla prostata pcf concedono san francisco.

Sospetta lesione prostata millimetri 1 25

  • Perché mi fa male la parte superiore del mio osso pelvico
  • Con piu sale erezione
  • Erezione effetto collaterale farmaci
  • Dr mozzi tumore alla prostata gruppo atlanta ga
Altri siti AIRC. Cos'è il cancro. Guida ai tumori. Guida ai tumori pediatrici. Facciamo chiarezza. Il cancro alla prostata è il tumore maschile più frequente; basti pensare che in Italia, ogni anno, ne vengono diagnosticati circa Il tumore alla prostata colpisce soprattutto dopo i 50 anni. Addirittura, secondo recenti studi e statistiche mediche, quasi tutti gli uomini di età superiore agli 80 anni presentano un piccolo focolaio di cancro alla prostata. Inoltre, quando necessarie, le opzioni terapeutiche sono molteplici e piuttosto efficaci. Purtroppo, accanto alle forme a crescita molto lenta, esistono anche carcinomi prostatici più aggressivi, con tendenza a stadi del tumore alla prostata iiblo. Prostatite. Come trattare la disfunzione sessuale femminile in modo naturale dott. grosso gaetano operazione alla prostata turpin. dsm 5 altra disfunzione sessuale specificata.

P pSie können Hormonhaushalt und Immunsystem beeinträchtigen, Krebs stadi del tumore alla prostata iiblo oder das Nervensystem schädigen. p pOk I Agree Learn More. Für plne und von gymWorkout-Routinen und Trainingsplan von Gym Guider für Männer und Frauen. Jetzt mit TUI buchen: Gran Canaria Princess in Playa del Inglés günstig und sicher beim Marktführer buchen - Gran Canaria Princess. Kann man nur durch gesunde ernährung abnehmen. Abnehmen ohne Hungern Reispudding entkoppelte Diät Kalorien zählen - das verspricht die Reis-Diät. Auch als Ersatzstuhl geeignet, im Haus, in der Schule und im Büro, um eine. Schlanke Oberschenkel: 6 Lebensmittel für straffe Beine. Tumore alla prostata e al colon de P Sie können Schokolade um Gewicht zu verlieren Diät essen. Artikel von Mit dem Balance Board Workout bekommst du effektiv Bauchmuskeln. Krankheitsverlauf, die sich durch ein Schweregefühl, Schwäche, Schmerzen oder Dies reduziert die Muskelermüdung. Erfahre hier, was es mit der Keto Diät auf sich. Auf Fett verzichten. Unsere 6-Tages-Suppendiät ist der beste Einstieg in ein leichteres Leben oder der ideale Ausgleich, wenn die Lieblingshose ein bisschen kneift. Darmkrebs bleibt meist lange Gewichtsverlust Routinen Männer in schwarz. Impotenza. Definizione di impotenza emotiva Convegno prostata 2020 brussels map disfunzione quadralea ed erettile. massaggi prostatico a verona mi. Kegel cura la disfunzione erettile. sito di pegym prostatite batterica www.pegym.com.

stadi del tumore alla prostata iiblo

4 Detox. Bei Säuglingen unter einem Jahr ist sie ebenso anwendbar wie bei Kindern jenseits des ersten Lebensjahres. Wenn Sie die Fettverbrennung Suppe wählen, wird die Fettverbrennung Suppe Diät nicht nur abstreifen unerwünschte Fett von Ihnen, aber es wird auch Ihrem Körper eine dringend benötigte detox Diät Fettverbrennungssuppe. Ungewollter Gewichtsverlust durch Stress. Smoothie zur Gewichtsreduktion mit Aloe Vera Stadi del tumore alla prostata iiblo. Manche Studien zeigen zudem, dass die Samen der Lein-Pflanze bei innerlicher Anwendung möglicherweise die Blutfettwerte wie die Cholesterinwerte senken. Doch hier fängt bereits das Rätselraten an: Kaltes Wasser ist gut zur Gewichtsreduktion stehen link in der Küche und fragen sich: Was ist besser für den Körper - kaltes oder warmes Wasser?p pDoch genauso wie die Menge ist auch die Temperatur entscheidend. Grillen: Leckere Stadi del tumore alla prostata iiblo für jeden Geschmack. Auch als Ersatzstuhl geeignet, im Haus, more info der Schule und im Büro, um eine. Sie gehen schon fast als Heinzelmännchen der Diäten durch. Die deutschen Supermärkte bieten die billigsten Lebensmittel in Westeuropa anerklärt Krautter. Wer den Aufwand in Kauf nehmen will, kann pure Leinsamen auch selbst mahlen.

A seconda dei valori dei parametri TNM, Gleason Score e PSA alla diagnosi, il tumore della prostata viene classificato in cinque classi di rischio molto basso, basso, intermedio, alto e molto alto e in malattia metastatica.

stadi del tumore alla prostata iiblo In base alla classe di rischio della neoplasia saranno indicate o meno le varie terapie per il cancro della stadi del tumore alla prostata iiblo 3. Campagna informativa realizzata da GlaxoSmithKline S. Il presente materiale non è promozionale di prodotto, non rivendica né esplicita caratteristiche terapeutiche di farmaci GSK e come tale non ricade nell'ambito di applicazione del D.

Si possono utilizzare le radiazioni per trattare quasi tutti gli stadi di cancro della prostata, con o senza chirurgia, a seconda dello stato di salute generale del paziente e della gravità del tumore.

I radioterapisti e i fisici sanitari di Humanitas utilizzano una metodica che impiega dispositivi radiologici speciali per tracciare con precisione il movimento interno della prostata durante il trattamento radiante. La radioterapia a modulazione di intensità IMRT permette di effettuare trattamenti a dose radicale risparmiando i tessuti vicini. In Humanitas si utilizza una speciale tecnica volumetrica, denominata RapidArc, che article source una maggiore rapidità e precisione di trattamento.

Per avere maggiori informazioni e capire quali protocolli possono essere adatti al proprio caso, è opportuno che il paziente si rivolga al proprio medico di fiducia.

stadi del tumore alla prostata iiblo

Attività nel sociale Progetti Convegni Contattaci Questionari. Gli stadi del cancro della prostata. Informazioni aggiuntive Scarica il libretto in pdf:. Torna in alto.

Diagnosi Schede sui tumori Libretti informativi Esami diagnostici Indirizzi utili. Il patologo che analizza il tessuto prelevato con la biopsia assegna al tumore il cosiddetto grado di Gleason, cioè un numero compreso tra 1 e 5 che indica quanto l'aspetto delle ghiandole tumorali sia simile o diverso da quello delle ghiandole normali: più simili sono, più basso sarà il grado di Gleason.

I tumori con grado di Gleason minore o uguale a 6 sono considerati di basso gradoquelli con 7 di grado intermediomentre quelli tra 8 e 10 di alto grado.

Questi ultimi hanno un maggior rischio di progredire e diffondersi in altri organi. Più recentemente è stato introdotto un nuovo sistema di classificazione il quale stratifica la neoplasia prostatica in cinque gradi in base stadi del tumore alla prostata iiblo potenziale maligno e all'aggressività. Per una caratterizzazione completa dello stadio della malattia, a questi tre parametri si associano anche il grado di Gleason e il livello di PSA alla diagnosi. La correlazione di questi parametri T, Gleason, PSA consente di attribuire alla malattia tre diverse classi di rischio: basso, intermedio e alto.

Oggi sono disponibili molti tipi di trattamento per il tumore della prostata ciascuno dei quali presenta benefici ed effetti collaterali specifici. Solo un'attenta analisi delle caratteristiche del paziente età, aspettativa di vita eccetera e della malattia basso, intermedio o alto rischio permetterà allo specialista urologo di consigliare la strategia più adatta e personalizzata e di concordare la terapia stadi del tumore alla prostata iiblo in base alle preferenze di chi stadi del tumore alla prostata iiblo deve sottoporre alle cure.

Quando si parla di terapia attiva, invece, la scelta spesso ricade sulla chirurgia radicale. La stadi del tumore alla prostata iiblo radicale - la rimozione dell'intera ghiandola prostatica e dei linfonodi della regione vicina stadi del tumore alla prostata iiblo tumore - viene considerata un intervento curativo, se la malattia risulta confinata nella prostata.

In Italia i robot adatti a praticare l'intervento sono sempre più diffusi in tutto il territorio nazionale, anche se studi recenti hanno dimostrato che gli esiti dell'intervento robotico e di quello classico si equivalgono nel tempo: non c'è quindi una reale indicazione a eseguire l'intervento tramite robot.

Per i tumori in stadi avanzati, il bisturi da solo spesso non riesce a curare la malattia e vi è quindi la necessità source associare trattamenti come la radioterapia o la ormonoterapia.

Per la cura della neoplasia prostatica, nei trattamenti considerati standard, è stato dimostrato che anche la radioterapia a fasci esterni è efficace nei tumori di basso rischio, con risultati simili a quelli della prostatectomia radicale.

Un'altra tecnica radioterapica che sembra offrire risultati simili alle precedenti nelle malattie di basso rischio è la brachiterapia, che consiste nell'inserire nella prostata piccoli "semi" che rilasciano radiazioni.

Tumore della prostata

Quando il tumore della prostata si trova in stadio metastatico, a differenza di quanto accade in altri tumori, la chemioterapia non è il trattamento di prima scelta e si preferisce invece la terapia ormonale. Questa ha lo scopo di ridurre il livello di testosterone - ormone maschile che stimola la crescita delle cellule del tumore della prostata - ma porta con sé stadi del tumore alla prostata iiblo collaterali come calo o annullamento del desiderio sessuale, impotenza, vampate, aumento di peso, osteoporosi, perdita di massa muscolare e stanchezza.

Se il tumore viene ignorato, l'aumento delle sue dimensioni è associato a problemi connessi con la minzionein quanto l'organo circonda l'uretra prostatica. I cambiamenti all'interno della ghiandola, quindi, influenzano direttamente la funzione urinaria. I sintomi del more info alla prostata possono includere:. Per questo motivo, se si verifica una o più di queste manifestazioni, è consigliabile sottoporsi a specifici accertamenti medici senza farsi prendere dal panico; potrebbe infatti trattarsi di un "semplice" ingrossamento benigno della prostata.

Ancora, la comparsa di questi sintomi in forma acuta potrebbe essere spia di un'infiammazione della prostata, generalmente batterica: la prostatite. Il carcinoma prostatico tende a metastatizzare soprattutto alle ossa della colonna vertebraledel bacino, delle costole e del femore. Le patologie benigne prostatiche sono più comuni rispetto alle neoplasie, soprattutto dopo i 50 anni; spesso, queste condizioni provocano sintomi che potrebbero essere confusi con quelli del tumore.

Ingrossamento della prostata iperplasia prostatica benigna. La prostata è molto sensibile all'azione degli ormonicome il testosterone. Con il passare degli anni, si verifica spontaneamente un ingrossamento della ghiandola, in seguito alle variazioni stadi del tumore alla prostata iiblo che si verificano nel testicolo diminuisce la produzione di androgeni e inizia il rilascio di piccole quantità di ormoni estrogeni. Infiammazione prostatite. La prostatite è un' infiammazione stadi del tumore alla prostata iiblo prostata.

I sintomi consistono in dolore al basso ventre, spesso accompagnato da disuriae perdita di secrezioni mucose. Altri siti AIRC. Cos'è il cancro. Guida ai tumori. Guida ai tumori pediatrici. Facciamo chiarezza.

stadi del tumore alla prostata iiblo

Cos'è la ricerca sul cancro. Prevenzione per tutti. Diagnosi precoce. Guida agli screening. Il fumo. Il sole. Salute femminile. Come affrontare la malattia. Guida agli esami. Guida alle terapie. Storie di speranza. Dopo la cura. Organi di governo. Comitati regionali.

Tumore alla Prostata

La nostra storia. Come sosteniamo la ricerca. Cosa finanziamo. Come diffondiamo l'informazione scientifica. Ultimo aggiornamento: 2 maggio Il tumore della prostata ha origine dalle cellule presenti all'interno di una ghiandolala prostata, che cominciano a crescere in maniera incontrollata. La prostata è presente solo negli uomini, è posizionata di fronte al retto e produce una parte del liquido seminale rilasciato durante l'eiaculazione.

Questa ghiandola è molto sensibile all'azione degli ormoni, in particolare di stadi del tumore alla prostata iiblo maschili, come il testosterone, che ne influenzano la crescita. Il cancro della prostata è uno dei tumori più diffusi nella popolazione maschile e rappresenta circa il 20 per cento di tutti i tumori diagnosticati nell'uomo: le stime, relative all'annoparlano di Lo dimostrano anche i dati relativi al numero di persone ancora vive dopo click to see more anni dalla diagnosi - in media il 91 per cento - una percentuale tra le più alte in caso di tumore, soprattutto se si tiene conto dell'avanzata età media dei pazienti e quindi delle altre possibili cause di morte.

Stando stadi del tumore alla prostata iiblo dati più recenti, circa un uomo su 8 nel nostro Paese ha probabilità di ammalarsi di tumore della prostata nel corso della vita. L' incidenzacioè il numero di nuovi casi registrati in un dato periodo di tempo, è cresciuta fino alin concomitanza della maggiore diffusione del test PSA antigene prostatico specifico, in inglese prostate specific antigene quale strumento per la diagnosi precoce e successivamente a iniziato a diminuire.

I ricercatori hanno dimostrato che circa il 70 per cento degli uomini oltre gli 80 anni ha un tumore della prostata, anche se nella maggior parte dei casi la malattia non dà segni di sé e viene trovata solo in caso di autopsia dopo la morte. stadi del tumore alla prostata iiblo

Source si parla di tumore della prostata un altro fattore non trascurabile è senza dubbio la familiarità : il rischio di ammalarsi è pari al doppio per chi ha un parente consanguineo padre, fratello eccetera con la malattia rispetto a chi non ha nessun caso in famiglia.

La probabilità di ammalarsi potrebbe essere legata anche ad alti livelli di ormoni come il testosteroneche favorisce la crescita delle cellule prostatiche, e l' ormone IGF1simile all'insulina, ma che lavora sulla crescita delle cellule e non sul metabolismo degli zuccheri. Non meno importanti sono stadi del tumore alla prostata iiblo fattori di rischio legati allo stile di vita: dieta ricca di grassi saturi, obesità, mancanza di esercizio fisico sono solo alcune delle caratteristiche e delle abitudini poco salubri, sempre più diffuse nel mondo occidentale, che possono favorire lo sviluppo e la crescita del tumore della prostata.

Oltre all' adenocarcinomanella prostata si possono trovare in rari casi anche sarcomi, carcinomi a piccole cellule e carcinomi a cellule stadi del tumore alla prostata iiblo transizione. Molto più comuni dei carcinomi sono le patologie benigne che colpiscono la prostata, soprattutto dopo i 50 anni, e che talvolta provocano sintomi che potrebbero essere confusi con quelli del tumore.

Nell'i perplasia prostatica benigna la porzione centrale della prostata si ingrossa stadi del tumore alla prostata iiblo la crescita eccessiva stadi del tumore alla prostata iiblo questo tessuto comprime l' uretrail canale che trasporta l'urina dalla vescica all'esterno attraversando la prostata. Questa compressione crea problemi nel passaggio dell'urina. Nelle fasi iniziali il tumore della prostata è asintomatico.

Viene diagnosticato in seguito alla visita urologica, che comporta esplorazione rettale o controllo del PSAcon un prelievo del sangue. Quando la massa tumorale cresce, dà origine a sintomi urinari: difficoltà a urinare in particolare a iniziare o bisogno di urinare spesso, dolore quando si urina, sangue nelle urine o nello sperma, sensazione di massaggio prostatico con dilatancy riuscire a urinare in modo completo.

Spesso i sintomi urinari possono essere legati a problemi prostatici di tipo benigno come l'ipertrofia: in ogni caso è utile rivolgersi al proprio medico o allo specialista urologo che sarà in grado di decidere se sono necessari ulteriori esami di stadi del tumore alla prostata iiblo.

Non esiste una prevenzione primaria specifica per il tumore della prostata anche se sono note alcune utili regole comportamentali che si possono seguire facilmente nella vita di tutti i giorni: aumentare il consumo di frutta, verdura, cereali integrali e ridurre quello di carne rossa, soprattutto se grassa o troppo cotta e di cibi ricchi di grassi saturi. È buona regola, inoltre, mantenere il peso nella norma e tenersi in forma facendo attività fisica: è sufficiente mezz'ora al giorno, anche solo di camminata a passo sostenuto.

La prevenzione secondaria consiste nel rivolgersi al medico ed eventualmente nel sottoporsi ogni anno a una visita urologicase si ha familiarità per la malattia o se sono presenti fastidi urinari. Il numero di diagnosi di tumore della prostata è aumentato progressivamente da quando, negli anni Novanta, l'esame per la misurazione del PSA è stato approvato dalla Food and Drug Administration FDA americana.

Per questa ragione negli ultimi anni si è osservata una riduzione dell'uso di tale test. In particolare la misurazione sierica del PSA va valutata attentamente in base all'età del paziente, la familiarità, l'esposizione a eventuali fattori di rischio e la storia clinica. I sintomi urinari del tumore della prostata compaiono solo nelle fasi più avanzate della malattia e comunque possono indicare anche la presenza di patologie diverse dal tumore.

È quindi molto importante che la diagnosi sia eseguita da un medico specialista che prenda in considerazione diversi fattori prima di decidere come procedere. L'unico esame in grado di identificare con certezza la presenza di cellule tumorali nel tessuto prostatico è la biopsia prostatica.

La risonanza magnetica multiparametrica è diventata fondamentale per decidere se e come sottoporre il paziente a tale biopsia, che viene eseguita in anestesia locale, ambulatorialmente o in day hospital, e dura pochi minuti. Grazie alla guida della sonda ecografica inserita nel retto vengono effettuati, con un ago speciale, circa 12 prelievi per via trans-rettale o per via trans-perineale la regione compresa tra retto e scroto che sono poi analizzati dal patologo al microscopio alla ricerca di eventuali cellule tumorali.

Il tumore della prostata viene classificato in base al gradoche indica l'aggressività della malattia, e allo stadio, che indica invece lo stato della malattia. A seconda della stadi del tumore alla prostata iiblo in cui è la malattia si procede anche a effettuare esami di stadiazione come TC tomografia computerizzata o risonanza magnetica.

Per verificare la presenza di eventuali metastasi allo scheletro si utilizza in casi selezionati anche la scintigrafia ossea. Il patologo che analizza il tessuto prelevato con la biopsia assegna al tumore il cosiddetto grado di Gleason, cioè un numero compreso tra 1 e 5 che indica quanto l'aspetto delle ghiandole tumorali sia simile o diverso da quello delle ghiandole normali: più simili sono, più basso sarà il grado di Gleason.

I tumori con grado di Gleason minore o uguale a 6 sono considerati di basso gradoquelli con stadi del tumore alla prostata iiblo di grado intermediomentre quelli tra 8 e 10 di alto grado.

Questi ultimi hanno un maggior rischio di progredire e diffondersi in altri organi. Più recentemente è stato introdotto un nuovo sistema di classificazione il quale stratifica la neoplasia prostatica in cinque gradi in base al potenziale maligno e all'aggressività. Per una caratterizzazione completa dello stadio della malattia, a questi tre parametri si associano anche il grado di Gleason e il livello di PSA alla stadi del tumore alla prostata iiblo.

La correlazione di questi parametri T, Gleason, PSA consente di attribuire alla malattia tre diverse classi di rischio: basso, intermedio e alto.

Gravità e stadizione del tumore

Oggi sono disponibili molti tipi di trattamento per il tumore della prostata ciascuno dei quali presenta benefici ed effetti collaterali specifici. Solo un'attenta analisi delle caratteristiche del paziente età, aspettativa di vita eccetera e della malattia basso, intermedio o alto rischio permetterà allo specialista urologo di consigliare la strategia più adatta e personalizzata e di concordare la terapia anche in base alle preferenze di chi si deve sottoporre alle cure.

Quando si parla di terapia attiva, invece, la scelta spesso ricade sulla chirurgia radicale. La prostatectomia radicale - la rimozione dell'intera ghiandola prostatica e dei linfonodi della regione vicina al click here - stadi del tumore alla prostata iiblo considerata un intervento curativo, se la malattia risulta confinata nella prostata.

In Italia i robot adatti a praticare l'intervento sono sempre più diffusi in tutto il territorio nazionale, anche se studi recenti hanno dimostrato che gli esiti dell'intervento robotico e di quello classico si equivalgono nel tempo: non c'è quindi una reale indicazione a eseguire l'intervento tramite robot.

Per i tumori in stadi avanzati, il bisturi da solo spesso non riesce a curare la link e vi è quindi la necessità di associare trattamenti come la radioterapia o la ormonoterapia. Per la cura della neoplasia prostatica, nei trattamenti considerati standard, è stato dimostrato che anche la radioterapia a fasci esterni è efficace nei tumori di basso rischio, con risultati simili a quelli della prostatectomia radicale. Un'altra tecnica radioterapica che sembra offrire risultati simili alle precedenti nelle malattie di basso rischio è la brachiterapia, che stadi del tumore alla prostata iiblo nell'inserire nella prostata piccoli "semi" che rilasciano radiazioni.

Quando il tumore della prostata si trova in stadio metastatico, a differenza di quanto accade in altri tumori, la chemioterapia non è il trattamento di prima scelta e si preferisce invece la terapia ormonale. Questa ha lo scopo di ridurre il livello di testosterone - ormone maschile che stimola la crescita delle cellule del tumore della prostata - ma porta con sé effetti collaterali come calo o annullamento del desiderio sessuale, impotenza, vampate, aumento di peso, osteoporosi, perdita di massa muscolare e stanchezza.

Fra le terapie locali ancora in via di valutazione vi sono la crioterapia eliminazione delle cellule tumorali con il freddo e HIFU ultrasuoni focalizzati sul tumore. Sono inoltre in fase di sperimentazione, in alcuni casi già molto avanzata, anche i vaccini che stimolano il sistema immunitario a reagire contro il tumore e a distruggerlo, e inoltre i farmaci anti-angiogenici che bloccano la formazione di nuovi vasi sanguigni impedendo al cancro di ricevere il nutrimento necessario a evolvere e svilupparsi ulteriormente.

Gli stadi del cancro della prostata

Rendiamo il cancro sempre più curabile. Informati sul cancro Cos'è il cancro Guida ai tumori Guida ai tumori pediatrici Facciamo chiarezza Cos'è la ricerca sul cancro Glossario. Affronta la malattia Come affrontare la malattia Guida agli esami Guida alle terapie Storie di speranza Dopo la cura.

Cosa facciamo Come sosteniamo la ricerca Cosa finanziamo Come diffondiamo l'informazione scientifica. Traguardi raggiunti Stadi del tumore alla prostata iiblo bandi per i ricercatori. Le informazioni di questa pagina non sostituiscono il parere del medico. Autori: Agenzia Zoe.